1. 09:00 25th Nov 2013

    Notes: 4

    370.

    Il Comitato Italiano per la Bioetica, autorità insediatasi ormai da anni e formata da scienziati (neonatologi, genetisti, esperti di neuroscienze, ecc.), intellettuali di ogni schieramento, filosofi, rappresentanti della Chiesa Cattolica, ha finalmente espresso un parere dirimente su una questione fra le più complesse e apparentemente insolubili di sempre.

    La vita umana, hanno decretato i saggi, pur essendo formata e in un certo senso pronta già da tempo, si può dire in realtà pienamente compiuta soltanto nel momento in cui uno va a vedere il Barletta per la prima volta, attivando una serie di sinapsi e “illuminando” parti della corteccia che fino ad allora rimangono inerti.

    Lo studio, di cui si hanno al momento solo anteprime, verrà pubblicato su Nature e su Alé Biancorossi. Ciononostante, è già stato aspramente criticato dal prof. Capizza dell’Andrian Institute for Bioethics, sulla base di quelli che - a dire il vero - appaiono per ora dei pretesti.

     
  2. 09:00 24th Nov 2013

    Notes: 4

    369.

    Il famoso dietologo ed estetista delle dive, Manolo Capolonza, l’altro giorno ha fatto due più due e ha inventato la dieta a base di brodo di unghie dei piedi. Mentre si accingeva tuttavia a mettere alla prova la propria intuizione, il Capolonza è stato colpito a un occhio da un residuo durissimo di unghia dell’alluce e scaraventato all’indietro, semicieco; mentre vagava per il salotto ha poi colpito con la testa una statua raffigurante un cane che fa amicizia con un Oscar per la sceneggiatura, che l’ha ridotto in stato di incoscienza.

    Trasportato in ospedale, il Capolonza è stato giudicato guaribile in quaranta giorni; ma non ricorda più nulla della propria vita precedente, si sente eugubino e chiede solo torrone.

    E non sa neanche più di avere cinque saporitissime unghie su ogni piede.

     
  3. 09:00 23rd Nov 2013

    Notes: 1

    368.

    Pascal Giovannoni, salumiere d’eccezione e trentottenne vicesindaco di Zonza (nella Corsica centrale), ha inscenato il mese scorso una protesta contro l’incuria e la trascuratezza riservate dalle autorità francesi alle infrastrutture isolane, e in particolar modo alle strade dell’entroterra: fra gli applausi della cittadinanza, Giovannoni ha infatti fatto di una delle numerose buche nell’asfalto il proprio domicilio, giurando a se stesso e agli inviati di Corse Matin che non si sarebbe mosso di lì fino a che i francesi non avessero affrontato la questione.

    Purtroppo il gesto non ha sensibilizzato nessuno e non ha risolto nulla; tuttavia, Giovannoni si è trovato bene nella buca e ha trasferito colà la propria residenza, installandovi anche un piccolo giradischi e un divano a fiori. Molti altri corsi, e già qualche provenzale, hanno seguito il suo esempio e hanno dato inizio alla moda de u bucherullu (dal nome locale del foro in terra).

    L’inverno ormai prossimo (insospettabilmente rigido sull’isola) ha però spinto le autorità a intervenire e a progettare lo sgombero delle buche, anche con il subdolo intento di evitare che la causa corsa conti altri martiri. Giovannoni, in ogni caso, ha già dichiarato che non si muoverà di lì; e che difenderà fino alla fine la propria casa contro i continentali, dovessero anche venire con tutti i selciati e le varianti di valico del mondo.

     
  4. 09:00 22nd Nov 2013

    Notes: 7

    367.

    Una delle figure più antiche, profonde e strazianti della mitologia italiana, e più umana nel suo dolore fraterno a quello di tutti noi, è l’arrotino errante. Costui, chiamato Giua’, Giuanne, Nanni, Vanni, ecc. a seconda delle regioni e dei dialetti, è - secondo le versioni prevalenti - un molatore che, in tempi remotissimi, avrebbe irrimediabilmente smussato le forbicine della Principessina Carlotta Mordicappella, impedita pertanto a togliersi le pelli morte dalle adorabili manine; da qui dunque la maledizione della nobildonna e la dannazione dell’arrotino.

    Da allora l’affilatore vaga per le strade delle città italiane, ma solo quando c’è la luna piena e i raggi del disco si abbattono come lame d’argento sulla sua mola. In quelle notti innalza anche il proprio lamento alle casalinghe, ma i mariti e gli insonni lo bersagliano con acqua, piscio e mattoni e lo costringono alla fuga.

    Purtroppo questa tradizione, certo a causa dell’americanizzazione strisciante, è oggi quasi dimenticata. Per questo il governo pensa di stanziare 23 milioni da destinare a manifestazioni di riscoperta e valorizzazione di questa bella tradizione, togliendoli al superfluo capitolo denominato Salute e Negri.

     
  5. 09:00 21st Nov 2013

    Notes: 7

    366.

    Il magistrato Fefè Morciola, idolo della società civile e noto playboy di provincia, iersera ha dato ordine ai carabinieri di irrompere nel consiglio comunale di Borgo Gramo (CV) e di chiuderlo per peculato, abuso d’ufficio, inimicizia verso il popolo (inter alia).

    I militi hanno sequestrato un certo numero di sedie, su cui lorsignori poggiavano i loro culoni, matite temperate fin troppo spesso, carta da scrivere, lampade, pezzi di stoffa riccamente decorati e metalli preziosi, definiti “gonfaloni” e “medaglie al valor militare” dai rappresentanti della casta, ecc., e hanno portato il tutto in caserma per i rilievi del caso.

    Il Consiglio comunale si è concluso in strada, alla luce fioca dei lampioni, ma nessuno aveva con sé i registri e i regolamenti (anch’essi portati via per odine del Morciola); di quel PRG si riparlerà nel 2033.

    Il bottino recuperato, e prontamente messo all’asta, ha fruttato alle casse comunali ventitré euro e settantacinque, che sono stati immediatamente donati a “La Zanzara” di Radio 24 con la causale “fare ancora telefonate di imitazioni a poveri stronzi”.

     
  6. 09:00 20th Nov 2013

    Notes: 23

    365.

    Diversi media e istituti di statistica hanno notato negli ultimi tempi, non senza preoccupazione, che si va diffondendo nel nostro paese il costume della giustificazione a cazzo per comportamenti francamente brutti.

    Gente che ascolta il nuovo rap italiano, o che va in giro mulinando un mattone nascosto dentro uno straccio bagnato in direzione delle teste dei passanti, o che si tatua in Zapfino 270 rosso bordeaux i prezzi della benzina negli autogrill lombardi, se fatta segno di censure anche timide, si difende infatti urlando che loro sono fatti così, che è da falsi moralisti imporre regole uguali per tutti, che loro vanno dove li porta il cuore e mulinano dove impone il braccio; e via blaterando stronzate.

    Come prima risposta, sicuramente inadeguata ma bisogna pur cominciare, si è comunque deciso di impiccare in una piazza romana l’inventore della maglietta a maniche corte con la scritta “Regole 0”; e di obbligare chi vuole far rap nel nostro paese a imparare prima a memoria almeno sette componimenti del Pascoli.

     
  7. 09:00 19th Nov 2013

    Notes: 19

    364.

    Il paesaggio toscano, già messo a dura prova negli ultimi decenni dalla cementificazione e dall’invidia, è ora minacciato dall’inattesa piaga dell’amicizia fra cipressi.

    Succede infatti, stando almeno alle denunce delle organizzazioni ambientaliste regionali, che certi cipressi, esposti dai turisti tedeschi a visioni prolungate di Sturm der Liebe, invece di crescere diritti e discosti, come nella migliore tradizione toscana, decidono di amarsi; sicché si avvicinano e si intrecciano, creando viluppi verdi, a volte anche inquietanti, più degni delle gotiche selve centroeuropee che della purezza classicheggiante della terra tosca.

    Le amministrazioni locali hanno perciò mobilitato dei cantonieri per disamorare gli alberi, slegarli e allontanarli; ma è difficile rimanere di pietra davanti all’affetto di due cipressi di una certa età, e si danno già casi di obiettori d’intrico.

     
  8. 09:00 18th Nov 2013

    Notes: 7

    363.

    L’agenzia spaziale di Cipro ha reso noto alla stampa di aver captato con i propri potenti mezzi (alcuni telescopi, lasciati lì da certi turisti inglesi ubriachi dopo una grigliatina sui monti, e una barca a remi capace di superare la stratosfera) la vibrazione dello spazio profondo, dalle parti della gigante rossa Antonio, e di averla trasformata in musica con l’aiuto degli astrofisici dell’Università di Pafo: ne è risultato che la melodia suonata dall’universo è “L’italiano” di Toto Cutugno.

    Il cantautore spezzino, interpellato dai media di tutto il mondo, ha dichiarato di essere molto soddisfatto della cosa e che tale riconoscimento lo riempiva d’orgoglio. Ha inoltre annunciato che, per gratitudine, effettuerà un lungo tour nell’Universo; da cui, stando alla relatività e a certe leggi fisiche mai abrogate da nessuno, tornerà decenne, biondo e magiarofono.

     
  9. 09:00 17th Nov 2013

    Notes: 3

    362.

    Un convegno tenutosi alla facoltà di Scienze Politiche dell’Università dell’Aquila, con la partecipazione dei maggiori esperti e luminari italiani del settore, ha formulato una proposta rivoluzionaria per il futuro assetto istituzionale del paese: superata la vecchia e anacronistica contrapposizione fra democrazia e dittatura, o comunque fra governo autoritario e aperto, i professoroni hanno parlato di “corriericrazia”.

    Si tratterebbe del governo dei guidatori di corriera, gente avvezza ad avere in mano il destino di molte persone, in specie dei giovani diretti a scuola o a far sega; in più, fa notare il documento prodotto alla fine del convegno, gli autisti hanno in mano mezzi ben superiori a quelli normali, e dunque paragonabili alla guida di un paese, e insieme sono tenuti ad osservare le rigide regole del Codice e quelle di buon senso richieste dalla loro funzione.

    Queste e altre argomentazioni sono state esposte al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, in un lungo incontro che però non ha prodotto alcun tipo di conseguenza, giacché Napolitano aveva sì gli occhiali con le pupille disegnate, ma in realtà dormiva della grossa da ore e ore.

     
  10. 09:00 16th Nov 2013

    Notes: 9

    361.

    Si va diffondendo in tutta Italia Piada Bene/Male, la catena di piadine strettamente governata dal dettato della fortuna, che emoziona i clienti e li pone al centro di un turbine di circostanze ingovernabili (e ciò, com’è noto, fa piacere agli esseri umani e ai più stupidi fra i primati superiori).

    Da PBM può succedere, ad esempio, che uno ordini una piadina cipolla e salsiccia e gli portino un profiterol, o una bulgara nuda, o che al posto del conto ti allunghino una banconota da venti euro; ma può anche accadere che ti arrivi un bel crescione alla merda, che poi ti tocca mangiare sotto gli occhi attenti del proprietario del locale e fra gli applausi degli astanti.

    E comunque la pasta delle piade, a giudizio di tutti e lasciando perdere per un attimo l’imponderabile, è molto buona e vale di per sé la visita.